READING

L’olio estratto dai semi di borragine è un p...

L’olio estratto dai semi di borragine è un potente antirughe.

Codice Amico Sorgenia: RobertoA314887
IL MIO CODICE AMICO: RobertoA314887

La borragine è una pianta aromatica originaria della Siria e appartenente alla famiglia delle Borraginacee.

Il nome ha origini incerte. C’è chi sostiene derivi dalla parola araba “sabu radj” che significa “padre del sudore” poiché i suoi fiori hanno proprietà sudorifere utili ad abbassare la febbre. Altri invece sostengono derivi dal termine “borra” cioè una lanugine animale che ricorda la caratteristica peluria delle sue foglie.

Si consumano sia i fiori azzurro-viola che le foglie, entrambi tuttavia contengono piccole quantità di pirrolizidina che, se assunta in quantità eccessiva, può causare problemi al fegato.

Le foglie possono essere consumate crude prima che si ricoprano di peluria, ovvero quando sono ancora giovani e tenere. Il loro sapore è simile a quello dei cetrioli che possono tranquillamente sostituire nelle insalate. Hanno proprietà diuretiche e depurative del sangue. Le foglie già sviluppate vengono cotte e approntate come gli spinaci, la cottura prolungata tuttavia diminuisce sapore e proprietà pertanto si consiglia di sbollentarle rapidamente.

I fiori sono ricchi di mucillagine e possono essere utilizzati sia a scopo decorativo sia per ottenere degli infusi dalle numerose proprietà benefiche. Infatti, oltre ad essere sudoriferi, combattono bronchiti e problemi alle vie respiratorie e aiutano a sedare la tosse.

La borragine è una pianta aromatica spontanea che cresce sul ciglio delle strade e nei terreni incolti, fiorisce da maggio a settembre ed i suoi semi maturano in estate fino l’autunno.

Proprio dai semi si ricava un olio vegetale ricchissimo di acidi grassi essenziali omega 3 (acido linolenico) e omega 6 (acido linoleico) con grandi proprietà antinfiammatorie e protettive del sistema cardiovascolare. Inoltre permette di curare disturbi cutanei e applicato direttamente sulla cute è un potente antirughe che contrasta l’invecchiamento della pelle.

Gli antichi romani aggiungevano i fiori di borragine al vino come rimedio contro tristezzamalinconia mentre i celti bevevano questo infuso prima delle battaglie per darsi coraggio.

Ricca di Vitamina CA e sali minerali quali Potassio, Ferro, Magnesio, Calcio e Fosforo, la borragine contiene anche fitoestrogeni che aiutano a regolare la funzione ormonale femminile.

E’ composta per il 92% da acqua ed apporta 25 Kcal ogni 100 g di prodotto così ripartite: 55% Carboidrati (zuccheri), 32% Proteine, 12% Lipidi (grassi).

Si può conservare in frigorifero chiusa in un sacchetto di plastica bucato. E’ importante lavarla solo al momento dell’utilizzo.




RELATED POST

INSTAGRAM
@ilcuocoincamicia