I porri – Gennaio.

I porri sono ortaggi da bulbo originari dell’Asia cappartenenti alla famiglia delle Liliacee, come aglio e cipolla, tuttavia non rappresentano dei bulbi veri e propri.

Formati da guaine sovrapposte a formare un cilindro stratificato, sono caratterizzati da una parte bianca sotterranea e una esterna di colore verde. La prima è quella più tenera ed apprezzata in cucina per il suo sapore delicato e zuccherino. La seconda invece viene utilizzata per racchiudere il bouquet garni o mazzetto aromatico che serve per aromatizzare zuppe e brodi.

Bouquet garniIn foto: esempi di bouquet garni.

Venivano coltivati già in antichità ai tempi di Egizi e Romani ed erano molto apprezzati dai Celti. Oggi il porro rappresenta l’ortaggio nazionale del Galles, una leggenda narra di una battaglia vinta proprio grazie al suo utilizzo. I soldati infatti ricoprirono i propri elmi con foglie di porro per distinguere i propri alleati dai nemici e questo espediente li condusse alla vittoria.

All’acquisto devono presentarsi sodi con le foglie verdi ben serrate e senza sfumature giallognole.

Si possono mangiare sia crudi in insalata che cotti e possono tranquillamente sostituire cipolle, scalogni ed erba cipollina. Tuttavia non devono essere mai lasciati in frigorifero per oltre 2 giorni dopo essere stati cotti perché diventano nocivi e indigesti. Possono essere congelati e mantenuti per tre mesi ma poi devono essere cotti da congelati per evitare una consistente perdita di sapore.

I porri sono ricchissimi di sali minerali tra cui Fosforo, Calcio, Ferro, Magnesio, Potassio e contengono Vitamina B e C. Aiutano a combattere l’artrosi e a depurare l’apparato digerente.

Costituiti per l’88% da acqua, apportano 29 kcal ogni 100 g di prodotto così ripartite: 20 Kcal da Carboidrati (zuccheri), 8 Kcal da Proteine, 1 Kcal da Lipidi (grassi).

Da segnalare è il Porro dolce lungo di Carmagnola coltivato in Piemonte e raccolto da Ottobre a Marzo, si tratta di un Prodotto Agroalimentare Tradizionale (P.A.T.) ovvero un prodotto che per storicità e particolarità può avere delle deroghe sanitarie di produzione rispetto alle direttive HACCP. I suoi metodi di lavorazioneconservazione e stagionatura sono consolidati e praticati in modo omogeneo da almeno 25 anni secondo regole tradizionali non industriali. (Decreto Ministeriale 350/1999).


RELATED POST

INSTAGRAM
@ilcuocoincamicia

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.

P.IVA 10631370961