READING

Melanzana Rossa di Rotonda DOP

Melanzana Rossa di Rotonda DOP

La Melanzana Rossa di Rotonda DOP assomiglia molto a un pomodoro, non a caso nel dialetto locale viene chiamata “merlingiana a pummadora“, ma in comune hanno solo l’appartenenza alla famiglia delle Solanacee.

Rotonda è un comune italiano in provincia di Potenza (Basilicata) situato in un contesto ambientale unico: il Parco Nazionale del PollinoQui si coltiva questo particolare tipo di ortaggio che fu importato dall’Africa verso la fine del ‘800 e si differenzia dalla melanzana classica. La zona di produzione comprende anche i comuni di Viggianello, Castelluccio Superiore e Castelluccio Inferiore.

Piccola e tondeggiante, presenta una buccia color arancio-rosso con striature verdognole. La polpa carnosa ha la particolarità di contenere pochissimo acido clorogenico, ciò significa che anche dopo parecchie ore dal taglio non annerisce per effetto dell’ossidazione rendendola particolarmente ideale alla trasformazione in conserva. Può essere lasciata essiccare appesa in grappoli sotto tettoie proprio come si fa con peperoncini e pomodori.

Il profumo della Melanzana Rossa di Rotonda DOP è molto intenso e fruttato, a ricordare quello dei fichi d’india mentre il sapore è esotico, leggermente piccante con una piacevole nota amarognola sul finale. E’ ricchissima di antiossidanti e aiuta a combattere il colesterolo cattivo.

Il frutto si cucina e si utilizza come una melanzana comune mentre le foglie sono commestibili e possono essere approntate come spinaci. Si pianta a maggio e la sua raccolta si protrae da luglio fino agli ultimi giorni di novembre.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
@ilcuocoincamicia