READING

C’è più caffeina nelle foglie di tè che nei ...

C’è più caffeina nelle foglie di tè che nei chicchi di caffè.

Le foglie di tè contengono il doppio di caffeina (fino al 4,5%) rispetto a quella presente nei chicchi di caffè (fino al 2%), tuttavia le quantità di foglie utilizzate per ottenere una buona tazza di tè è davvero minima. Inoltre la sua azione è attenuata dalla presenza di altri nutrienti quali oli essenziali, enzimi e composti fenolici.

La caffeina contenuta nel tè, denominata teina, è un alcaloide appartenente alla famiglia delle metilsantine come teobromina e teofillina, presenti anch’esse in quantità ridotte.

La percentuale di teina rilasciata in una tazza di tè dipende dal tipo di foglie utilizzate e dal tempo di infusione. Questo è il motivo per cui si consiglia di aumentare la quantità anziché i tempi di infusione se si vuole ottenere un tè più forte.

Una infusione eccessivamente prolungata, inoltre, concentra la presenza di tannini che conferiscono al tè un sapore amaro e riducono la capacità di assorbimento del ferro ottenuto dagli altri alimenti. Il latte ha la capacità di neutralizzare i tannini, ecco perché si usa aggiungerlo.

Ovviamente il tè sfuso è sempre da preferire alle bustine poiché quest’ultime costano di più pur essendo costituite da frammenti legnosi e polvere oltre che da foglie di minore qualità.

 

 


RELATED POST

INSTAGRAM
@ilcuocoincamicia
P.IVA 10631370961