READING

Bisogna mangiare 6 grammi di Cioccolato fondente a...

Bisogna mangiare 6 grammi di Cioccolato fondente al giorno.

Una ricerca italiana condotta dall’Università Cattolica di Campobasso in collaborazione con l’Istituto tumori di Milano ha stabilito il consumo giornaliero ottimale di cioccolato fondente per prevenire infiammazioni e malattie cardiovascolari: 6,7 grammi per la precisione.

Attenzione però, se si supera questa dose consigliata scompaiono i benefici per l’eccesso di calorie introdotte nel nostro organismo, pertanto manteniamoci prudenti e arrotondiamo per difetto la quantità a 6 grammi 😉 Inoltre il discorso non vale per il cioccolato bianco (non contiene cacao) ed il cioccolato al latte (il latte annullerebbe gli effetti benefici).

Il cioccolato fondente, inventato dallo svizzero Rudolph Lindt nel 1879, è costituito da massa di cacao (pasta di cacao e burro di cacao), saccarosio (zucchero di canna), aromi (vaniglia) e lecitina (un emulsionante naturale che serve a legare insieme burro e zucchero).

Secondo la direttiva 2000/36/CE per poter essere definito “cioccolato” la sostanza secca totale di cacao deve essere presente per almeno il 43%, di cui minimo il 26% di burro di cacao.

Quando sulle tavolette di cioccolato fondente troviamo indicata la % di cacao (es. 70% cacao) significa che il cioccolato è formato per il 70% da massa di cacao (fibra + burro di cacao) e per il restante 30% da zucchero, vaniglia e lecitina.

Normalmente la massa di cacao è costituita per il 55% da burro di cacao e per il 45% da fibra, tuttavia può essere che il cioccolato venga addizionato con ulteriore burro di cacao per renderlo più scioglievole, pertanto non è detto che una tavoletta di cioccolato con % di cacao più alta sia più magra di una tavoletta di cioccolato con % di cacao inferiore.

Quel che è sicuro è che la presenza di cacao, e relativi benefici, è superiore a quella di zucchero, il quale non apporta alcun vantaggio, anzi…

Fave di cacao
In foto: cariossidi contenenti le fave di cacao.

Nel cacao sono contenute più di 400 sostanze diverse, tra cui caffeina e teobromina (due sostanze eccitanti), fenilananina (un amminoacido essenziale), triptofano (un altro amminoacido essenziale precursore della serotonina), vitamine e sali minerali quali magnesiofosforo, potassio e ferro.

Inoltre è un alimento ricchissimo di polifenoli, in particolare epicatechine, che aiutano le cellule dell’organismo a resistere contro l’azione negativa dei radicali liberi riducendo il rischio di cancro e malattie cardiache.

Il cacao permette anche di ridurre il colesterolo cattivo aumentando quello buono, aumentare la concentrazione e la prontezza dei riflessi, stimolare il metabolismo favorendo paradossalmente una perdita di peso, regolare la pressione arteriosa aiutando il cuore oltre ad essere un potente afrodisiaco e antidepressivo.

Ricordate però che è fondamentale rimanere entro le dosi consigliate senza fare i “furbi” ! 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 


RELATED POST

INSTAGRAM
@ilcuocoincamicia